Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Privacy   -   Chiudi
Gennaio 2021 - Anno XIV - Numero 12 - Sabato 22 Gennaio 2022
La riforma del condominio    -    Nuove regole condominiali    -    Il calendario scolastico    -    Il Dottorato di Ricerca, ambizione dei giovani    -    Confederations Cup, calcio mercato e azzurrini vice-campioni d’Europa    -    Barça - Madrid una sfida che vale molto più di tre punti    -    Il Giro ha il suo Re, Vincenzo Nibali    -    Restaurata la vera da pozzo in campo San Giovanni e Paolo    -    La torre di Pierre Cardin    -    Terremoto scuote la serenissima    -    MISTERO A JESOLO    -    SANT ELENA . AVVOCATO TROVATO CADAVERE IN ACQUA    -    PENSIONE IN CONTANTI STOP DAL 1 LUGLIO    -    SESSO ESTREMO.. LA FUGA DOPO LE SEVIZIE    -    Caldo: arriva Caronte    -    Terremoto a Venezia nella notte: torna la paura nel Nordest.    -    Venezia, tromba d'aria in laguna Devastato il parco della Certosa    -    World Series dell’America’s Cup    -    INCENDIO SANTA MARTA, UCRAINO MORTO PER CAUSE NATURALI    -    NOTTE VERDE A VENEZIA    -   
     Altri articoli >>
Training autogeno e Rilassamento guidato. Salute e benessere e consapevolezza    -    L’ipnosi clinica: un approccio nuovo per gestire ansia, stress e depressioni    -    Lanusei: il terrorismo al centro di un corso di aggiornamento per gli Avvocati del foro ogliastrino    -    Luglio 2018 - Ricerca clinica sull'Ipnosi regressiva..svelato l'arcano. Le persone raccontano le storie da svegli    -    UNE MALADIE POLITIQUE RETOURNANTE EN EUROPE: LE POPULISME    -    LA CRISE ET LA DEGRADATION DES ZONES URBAINES    -    Ibuprofen VS Parkinson’s disease: a new medical discovery.    -    World's First Eye-Controlled Laptop Arrives    -    JOHN LENNON: THIRTY YEARS AFTER HIS DEATH    -    Wikileaks: finally, Here we go!    -    Soccer Women’s World Cup: The United States fighting for a position!    -    Europe : Irish rescue approved!    -    Iran: a bomb attack kills a nuclear scientist.    -    Zahra Kazemi: the “red fee” to be “free” in Iran    -    The Burmese Nobel Prize Suu Kyi: an embrace of freedom!    -    To kill or not to kill? This is the absurd question on Sakineh’s destiny.    -    Oleg Kashin: in Moscow, the voice must go on!    -    Liu Xiaobo: China’s double face    -    Child sex tourism: a sub-animal business    -   
     ITEMS >

politica ed economia >>

L’ OCCUPAZIONE NON RIPARTE

Tanto emerge dal bollettino della Banca d’ Italia

immagini_articoli/1306957025_banca-d-italia.jpg

La Banca d’ Italia sintetizza nel suo bollettino economico la situazione del nostro Paese parlando di ripresa “a ritmi contenuti” e di occupazione che “non riparte”. Il tutto in un contesto internazionale di crescita “che resta sostenuta” ma con evidenti disparità tra le diverse aree geografiche. Per quanto riguarda i conti pubblici, Bankitalia segnala il miglioramento del 2010 e prende atto dell’ impegno del governo a raggiungere un sostanziale pareggio nel 2014, con una correzione biennale pari a 2,3 punti di Pil. Nei primi tre mesi del 2011, l’ economia italiana ha proseguito la crescita, dopo il repentino rallentamento registrato nell’ ultimo trimestre dello scorso anno. Soprattutto è la produzione industriale ad essersi riportata in positivo, anche se di poco, ma rimane comunque meno dinamica rispetto agli altri Paesi dell’ area euro. Da Via Nazionale fanno sapere che la spinta viene soprattutto dall’ estero, mentre “le famiglie restano caute nei loro comportamenti di spesa, risentendo della contrazione del reddito disponibile reale e della debolezza delle condizioni nel mercato del lavoro”. Nel numero del bollettino non viene riportata alcuna previsione di crescita per l’ anno in corso, ma menziona quella di analisti e centri di ricerca che prevedono un incremento del Pil dell’ 1 per cento circa. L’ analisi riguardante il mercato del lavoro ricostruisce ciò che è accaduto a partire dalla seconda metà dello scorso anno in poi. In quella fase si è bloccato il calo dell’ occupazione cominciato nel 2008, anche se i bassi livelli produttivi e i tanti lavoratori in cassa integrazione intralciano la ripresa occupazionale. In realtà, nell’ ultimo trimestre del 2010 si è registrato un incremento (il primo dall’ inizio della crisi) pari a 36 unità. Ma, sulla base dei dati provvisori, si constata come la ripresa non è poi proseguita nei primi mesi di quest’ anno. Nel bollettino di Bankitalia si fa notare che la diminuzione dei licenziamenti è accompagnata da una ripresa delle assunzioni con contratti flessibili o a tempo determinato. Per quanto concerne la finanza pubblica viene sottolineato il miglioramento, in confronto alle stime, del disavanzo 2010 (- 4,6% in rapporto al Pil); miglioramento ricollegabile alla diminuzione della spesa che a sua volta è riconducibile soprattutto alla riduzione degli investimenti. Nei prossimi anni si cercherà di contenere il deficit, al fine di raggiungere il sostanziale pareggio di bilancio appena indicato dal governo per il 2014. Ciò equivale a una correzione del 2,3% del Pil in due anni (cioè circa 40 miliardi), come fanno notare da Via Nazionale. Il bollettino evidenzia la fragilità della ripresa e la sua ricaduta sull’ occupazione. La Cisl invoca politiche attive per il lavoro, mentre la Cgil afferma che “i problemi reali non sono affrontati”. Le famiglie restano prudenti… (Foto e immagini da Google.it)




News letta: 1132 volte.
    Antonio Nicola Pezzuto - newcitizenpress.com - 28/05/2011


-