Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Privacy   -   Chiudi
Novembre 2021 - Anno XIV - Numero 10 - Domenica 05 Dicembre 2021
La riforma del condominio    -    Nuove regole condominiali    -    Il calendario scolastico    -    Il Dottorato di Ricerca, ambizione dei giovani    -    Confederations Cup, calcio mercato e azzurrini vice-campioni d’Europa    -    Barça - Madrid una sfida che vale molto più di tre punti    -    Il Giro ha il suo Re, Vincenzo Nibali    -    Restaurata la vera da pozzo in campo San Giovanni e Paolo    -    La torre di Pierre Cardin    -    Terremoto scuote la serenissima    -    MISTERO A JESOLO    -    SANT ELENA . AVVOCATO TROVATO CADAVERE IN ACQUA    -    PENSIONE IN CONTANTI STOP DAL 1 LUGLIO    -    SESSO ESTREMO.. LA FUGA DOPO LE SEVIZIE    -    Caldo: arriva Caronte    -    Terremoto a Venezia nella notte: torna la paura nel Nordest.    -    Venezia, tromba d'aria in laguna Devastato il parco della Certosa    -    World Series dell’America’s Cup    -    INCENDIO SANTA MARTA, UCRAINO MORTO PER CAUSE NATURALI    -    NOTTE VERDE A VENEZIA    -   
     Altri articoli >>
Training autogeno e Rilassamento guidato. Salute e benessere e consapevolezza    -    L’ipnosi clinica: un approccio nuovo per gestire ansia, stress e depressioni    -    Lanusei: il terrorismo al centro di un corso di aggiornamento per gli Avvocati del foro ogliastrino    -    Luglio 2018 - Ricerca clinica sull'Ipnosi regressiva..svelato l'arcano. Le persone raccontano le storie da svegli    -    UNE MALADIE POLITIQUE RETOURNANTE EN EUROPE: LE POPULISME    -    LA CRISE ET LA DEGRADATION DES ZONES URBAINES    -    Ibuprofen VS Parkinson’s disease: a new medical discovery.    -    World's First Eye-Controlled Laptop Arrives    -    JOHN LENNON: THIRTY YEARS AFTER HIS DEATH    -    Wikileaks: finally, Here we go!    -    Soccer Women’s World Cup: The United States fighting for a position!    -    Europe : Irish rescue approved!    -    Iran: a bomb attack kills a nuclear scientist.    -    Zahra Kazemi: the “red fee” to be “free” in Iran    -    The Burmese Nobel Prize Suu Kyi: an embrace of freedom!    -    To kill or not to kill? This is the absurd question on Sakineh’s destiny.    -    Oleg Kashin: in Moscow, the voice must go on!    -    Liu Xiaobo: China’s double face    -    Child sex tourism: a sub-animal business    -   
     ITEMS >

attualità >>

NAPOLITANO E LA PARATA A TUTTI I COSTI

Esempi e non solo simboli

immagini_articoli/1338499683_13370-parata-2-giugno.jpg

      Neanche il terremoto in Emilia Romagna sembra aver avuto il potere di arrestare le celebrazioni per il 2 giugno, festa della Repubblica italiana, ed in special modo la tradizionale parata militare che ogni anno si tiene lungo la via dei Fori Imperiali a Roma. Da più parti stanno levandosi voci favorevoli all’annullamento, si stanno presentando petizioni e raccogliendo firme ma i politici, ed in particolare il Capo dello Stato, da questo orecchio paiono non sentirci.

La parata, secondo Napolitano, deve svolgersi lo stesso anche se in modo sobrio annullando, ad esempio, la partecipazione delle Frecce Tricolori, perché, sostiene il Presidente, “non possiamo soltanto piangerci addosso” ed inoltre non bisogna dimenticare l’importanza dei simboli, necessari anche per salvaguardare l’unità e l’orgoglio nazionale. Ma forse se i tre milioni di euro (a tanto pare ammonti il costo della manifestazione) fossero spesi per le popolazioni terremotate l’unità nazionale verrebbe salvaguardata in modo concreto e tangibile; e anche se, come da qualcuno sostenuto, i soldi in questione fossero già stati spesi, quindi non più in cassa, ci sarebbe in realtà da chiedersi cosa ci sia da festeggiare: una manifestazione o un evento possono benissimo essere annullati per una tragedia che ha colpito un Paese oltretutto, come nel caso del nostro, già da lungo tempo avvilito e sull’orlo di una crisi di nervi.

Peraltro, l’importanza dei simboli invocata dal Presidente è tutta da valutare. Negli altri Paesi il rispetto di essi, e quindi delle Istituzioni, è sentito dalla gente perché, per così dire, le Istituzioni stesse, e la classe politica che le occupa, se lo sono “guadagnato sul campo”, con esempi e comportamenti virtuosi, nella consapevolezza, avvertita dall’opinione pubblica, che chi sbaglia paga. In Italia, come è noto, questo non accade, perché l’impunità di una classe politica corrotta ed autoreferenziale, è la regola. Di conseguenza, il rispetto di cui parla Napolitano è solo vuota retorica perché alla gente interessa altro, interessano proprio quegli esempi e quei comportamenti virtuosi che i politici sono molto restii, per usare un eufemismo, a dare.

Napolitano si concentri sui gesti da compiere e non parli di facile demagogia, perché egli è chiamato a garantire il rispetto della Costituzione che non è una scatola vuota, ma contiene dei principi per affermare i quali molta gente ha pagato col sangue. Rappresentare l’unità nazionale significa, infatti, anche e soprattutto ascoltare le istanze che vengono dal popolo, il solo soggetto cui appartiene la sovranità.

Foto da Google.it




News letta: 1101 volte.
    Fabio Giudice - newcitizenpress.com - 31/05/2012


Sullo stesso argomento:

-