Dicembre 2018 - Anno X - numero 11 - Giovedì 17 Gennaio 2019
La riforma del condominio    -    Nuove regole condominiali    -    Il calendario scolastico    -    Il Dottorato di Ricerca, ambizione dei giovani    -    Confederations Cup, calcio mercato e azzurrini vice-campioni d’Europa    -    Barça - Madrid una sfida che vale molto piĂą di tre punti    -    Il Giro ha il suo Re, Vincenzo Nibali    -    Restaurata la vera da pozzo in campo San Giovanni e Paolo    -    La torre di Pierre Cardin    -    Terremoto scuote la serenissima    -    MISTERO A JESOLO    -    SANT ELENA . AVVOCATO TROVATO CADAVERE IN ACQUA    -    PENSIONE IN CONTANTI STOP DAL 1 LUGLIO    -    SESSO ESTREMO.. LA FUGA DOPO LE SEVIZIE    -    Caldo: arriva Caronte    -    Terremoto a Venezia nella notte: torna la paura nel Nordest.    -    Venezia, tromba d'aria in laguna Devastato il parco della Certosa    -    World Series dell’America’s Cup    -    INCENDIO SANTA MARTA, UCRAINO MORTO PER CAUSE NATURALI    -    NOTTE VERDE A VENEZIA    -   
     Altri articoli >>
Training autogeno e Rilassamento guidato. Salute e benessere per una consapevolezza della mente e del corpo    -    L’ipnosi clinica: un approccio nuovo per gestire ansia, stress e depressioni    -    Lanusei: il terrorismo al centro di un corso di aggiornamento per gli Avvocati del foro ogliastrino    -    Luglio 2018 - Ricerca clinica sull'Ipnosi regressiva..svelato l'arcano. Le persone raccontano le storie da svegli    -    UNE MALADIE POLITIQUE RETOURNANTE EN EUROPE: LE POPULISME    -    LA CRISE ET LA DEGRADATION DES ZONES URBAINES    -    Ibuprofen VS Parkinson’s disease: a new medical discovery.    -    World's First Eye-Controlled Laptop Arrives    -    JOHN LENNON: THIRTY YEARS AFTER HIS DEATH    -    Wikileaks: finally, Here we go!    -    Soccer Women’s World Cup: The United States fighting for a position!    -    Europe : Irish rescue approved!    -    Iran: a bomb attack kills a nuclear scientist.    -    Zahra Kazemi: the “red fee” to be “free” in Iran    -    The Burmese Nobel Prize Suu Kyi: an embrace of freedom!    -    To kill or not to kill? This is the absurd question on Sakineh’s destiny.    -    Oleg Kashin: in Moscow, the voice must go on!    -    Liu Xiaobo: China’s double face    -    Child sex tourism: a sub-animal business    -   
     OTHER ITEMS >

Matteo Mascetti >>

Rapporto d'addio

Il Rapporto d'Addio. Questo il nome che il Parlamento egiziano ha dato a una nuova, controversa legge che prevede la possibilità, da parte dei mariti egiziani, di avere rapporti sessuali con le proprie mogli fino a sei ore dopo la morte. Il provvedimento è solo uno dei tanti presi dal Parlamento, che ha anche abbassato l’età matrimoniale a quattordici anni e eliminato il diritto delle donne ad avere istruzione e impiego. Immediate le reazioni del popolo egiziano: il Consiglio Nazionale per le donne sta già protestando contro il Parlamento, sostenendo che “emarginare e indebolire la condizione delle donne influisce negativamente sullo sviluppo del paese”, e anche i media egiziani si sono dichiaratamente schierati contro la legge. Un giornalista dell’Al-Ahram ha infatti riportato di non essere d’accordo con le recenti norme, che sarebbero state introdotte per “presunte interpretazioni religiose”. Anche il conduttore televisivo Jaber al-Qarmouty ha affermato pubblicamente il suo sdegno nei confronti del rapporto d’addio: «La questione è davvero seria. Sarebbe una catastrofe dare ai mariti un tale diritto sulle proprie mogli. Davvero la tendenza islamica si è spinta a tal punto? Ci sono davvero persone che la pensano in questo modo?» La notizia ha suscitato reazioni sdegnate in tutto il mondo, a partire proprio dall’Egitto, dove il National Council for Women starebbe attivamente manifestando per impedire che queste leggi vengano approvate. Per fare chiarezza sulla questione è intervenuta una fonte interna all’Ambasciata egiziana di Londra, che avrebbe dichiarato al Daily Mail che le affermazioni sarebbero «assurde, completamente false» e riguarderebbero comportamenti «proibiti dall’Islam». La stessa fonte, però, non esclude che la proposta «possa esistere», e che possa essere «opera di un estremista politico». Un’altra spiegazione è che la falsa notizia sarebbe stata diffusa da giornalisti locali fedeli all’ex presidente Mubarak. La controversia sulla possibilità, da parte dei mariti, di avere rapporti con le proprie mogli anche dopo la morte era esplosa in Marocco nel maggio del 2011, quando il religioso Zamzami Abdul Bari aveva dichiarato che il matrimonio «rimane valido anche dopo la morte», e che «anche per la donna è lecito esercitare lo stesso diritto».



News letta: 1074 volte.
    Matteo Mascetti - newcitizenpress.com - 23/04/2012


Sullo stesso argomento:

-