Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Privacy   -   Chiudi
Ottobre 2019 - Anno XI - numero 9 - Venerdì 18 Ottobre 2019
La riforma del condominio    -    Nuove regole condominiali    -    Il calendario scolastico    -    Il Dottorato di Ricerca, ambizione dei giovani    -    Confederations Cup, calcio mercato e azzurrini vice-campioni d’Europa    -    Barça - Madrid una sfida che vale molto piĂą di tre punti    -    Il Giro ha il suo Re, Vincenzo Nibali    -    Restaurata la vera da pozzo in campo San Giovanni e Paolo    -    La torre di Pierre Cardin    -    Terremoto scuote la serenissima    -    MISTERO A JESOLO    -    SANT ELENA . AVVOCATO TROVATO CADAVERE IN ACQUA    -    PENSIONE IN CONTANTI STOP DAL 1 LUGLIO    -    SESSO ESTREMO.. LA FUGA DOPO LE SEVIZIE    -    Caldo: arriva Caronte    -    Terremoto a Venezia nella notte: torna la paura nel Nordest.    -    Venezia, tromba d'aria in laguna Devastato il parco della Certosa    -    World Series dell’America’s Cup    -    INCENDIO SANTA MARTA, UCRAINO MORTO PER CAUSE NATURALI    -    NOTTE VERDE A VENEZIA    -   
     Altri articoli >>
Training autogeno e Rilassamento guidato. Salute e benessere e consapevolezza    -    L’ipnosi clinica: un approccio nuovo per gestire ansia, stress e depressioni    -    Lanusei: il terrorismo al centro di un corso di aggiornamento per gli Avvocati del foro ogliastrino    -    Luglio 2018 - Ricerca clinica sull'Ipnosi regressiva..svelato l'arcano. Le persone raccontano le storie da svegli    -    UNE MALADIE POLITIQUE RETOURNANTE EN EUROPE: LE POPULISME    -    LA CRISE ET LA DEGRADATION DES ZONES URBAINES    -    Ibuprofen VS Parkinson’s disease: a new medical discovery.    -    World's First Eye-Controlled Laptop Arrives    -    JOHN LENNON: THIRTY YEARS AFTER HIS DEATH    -    Wikileaks: finally, Here we go!    -    Soccer Women’s World Cup: The United States fighting for a position!    -    Europe : Irish rescue approved!    -    Iran: a bomb attack kills a nuclear scientist.    -    Zahra Kazemi: the “red fee” to be “free” in Iran    -    The Burmese Nobel Prize Suu Kyi: an embrace of freedom!    -    To kill or not to kill? This is the absurd question on Sakineh’s destiny.    -    Oleg Kashin: in Moscow, the voice must go on!    -    Liu Xiaobo: China’s double face    -    Child sex tourism: a sub-animal business    -   
     OTHER ITEMS >

politica ed economia >>

LA CASTA E IL GRILLO

immagini_articoli/1352489564_i-ristoratori-napoletani-contro-la-casta.jpg

Il Capo dello Stato da mesi sollecita i partiti a mettere mano alla legge elettorale, il cosiddetto “Porcellum”, per venire incontro al comune sentire dei cittadini che hanno bisogno di una nuova legge che dia (o meglio ri-dia) loro il potere di scegliere chi dovrà rappresentarli e che consenta al Paese di avere un governo stabile. In realtà ciò che sta avvenendo in questi giorni, in cui i partiti sembra stiano accelerando i tempi per raggiungere lo scopo, è qualcosa di diverso.

Si tratta di manovre tattiche, di melina, se si vuole usare un termine calcistico, con un solo obiettivo: mantenere lo status quo, in un modo o nell’altro. Il che può voler dire lasciare l’attuale legge elettorale o modificarla con un’altra che però non consenta a nessuno di vincere in modo netto, in modo da poter continuare così a gestire in qualche maniera la situazione. Ma mantenere lo status quo significa, non può significare altro, che tentare di sbarrare la strada all’unica forza politica al di fuori del sistema e in costante ascesa da mesi, come da ultimo hanno dimostrato le elezioni siciliane: il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo.

E il bello è che questo obiettivo non è solo sussurrato nei corridoi del Palazzo, il che può anche essere comprensibile ed immaginabile, ma è dichiarato apertamente da rappresentanti delle Istituzioni al più alto livello. Tra questi il Presidente del Senato Schifani che, in un’intervista concessa a Fiorello, ha testualmente affermato: “Ce la sto mettendo tutta e ce la facciamo, altrimenti Grillo dal 30 va all’80%”; occorre arrivare, ha aggiunto con involontaria ironia la seconda carica dello Stato, ad approvare “una norma che interessa i cittadini.”.

Ma, bisognerebbe chiedergli, quale norma? Una norma pensata per contrastare l’ascesa di una forza politica? E questa sarebbe introdotta nell’interesse dei cittadini? E, in questo caso, dove finirebbe la democrazia? Si potrebbe ancora parlare di Stato di diritto o Stato democratico? E poi, a prescindere da Grillo, occorre osservare che caso mai è interesse dei cittadini avere un sistema che consenta la governabilità del Paese e non il caos o ancora un governo “tecnico” che continui a fare il “lavoro sporco”, consentendo ai politici, a questi politici, di continuare a manovrare dietro le quinte.

Grillo ha definito le dichiarazioni di Schifani “un colpo di Stato” ma, al di là dei termini, la sostanza è una sola: questa classe politica è come l’orchestra del Titanic, che continuava a suonare mentre le nave affondava e, solo per questo, merita di essere spazzata via come speriamo che accada. Il prossimo anno un comico “rischia” di diventare Presidente del Consiglio, o comunque di essere a capo del più grosso, o del secondo, partito del Paese; ciò secondo alcuni opinionisti, costituirebbe un’anomalia ma, ammesso che sia così, chi l’ha creata? Grillo non viene da Marte. I rappresentanti della Casta che ha distrutto questo Paese devono andare a casa, e in alcuni casi, troppi per uno Stato di diritto, “al fresco” a meditare. Foto da Google.it



News letta: 1876 volte.
    Fabio Giudice - newcitizenpress.com - 09/11/2012


Sullo stesso argomento:

-