Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Privacy   -   Chiudi
Gennaio 2021 - Anno XIV - Numero 12 - Sabato 22 Gennaio 2022
La riforma del condominio    -    Nuove regole condominiali    -    Il calendario scolastico    -    Il Dottorato di Ricerca, ambizione dei giovani    -    Confederations Cup, calcio mercato e azzurrini vice-campioni d’Europa    -    Barça - Madrid una sfida che vale molto più di tre punti    -    Il Giro ha il suo Re, Vincenzo Nibali    -    Restaurata la vera da pozzo in campo San Giovanni e Paolo    -    La torre di Pierre Cardin    -    Terremoto scuote la serenissima    -    MISTERO A JESOLO    -    SANT ELENA . AVVOCATO TROVATO CADAVERE IN ACQUA    -    PENSIONE IN CONTANTI STOP DAL 1 LUGLIO    -    SESSO ESTREMO.. LA FUGA DOPO LE SEVIZIE    -    Caldo: arriva Caronte    -    Terremoto a Venezia nella notte: torna la paura nel Nordest.    -    Venezia, tromba d'aria in laguna Devastato il parco della Certosa    -    World Series dell’America’s Cup    -    INCENDIO SANTA MARTA, UCRAINO MORTO PER CAUSE NATURALI    -    NOTTE VERDE A VENEZIA    -   
     Altri articoli >>
Training autogeno e Rilassamento guidato. Salute e benessere e consapevolezza    -    L’ipnosi clinica: un approccio nuovo per gestire ansia, stress e depressioni    -    Lanusei: il terrorismo al centro di un corso di aggiornamento per gli Avvocati del foro ogliastrino    -    Luglio 2018 - Ricerca clinica sull'Ipnosi regressiva..svelato l'arcano. Le persone raccontano le storie da svegli    -    UNE MALADIE POLITIQUE RETOURNANTE EN EUROPE: LE POPULISME    -    LA CRISE ET LA DEGRADATION DES ZONES URBAINES    -    Ibuprofen VS Parkinson’s disease: a new medical discovery.    -    World's First Eye-Controlled Laptop Arrives    -    JOHN LENNON: THIRTY YEARS AFTER HIS DEATH    -    Wikileaks: finally, Here we go!    -    Soccer Women’s World Cup: The United States fighting for a position!    -    Europe : Irish rescue approved!    -    Iran: a bomb attack kills a nuclear scientist.    -    Zahra Kazemi: the “red fee” to be “free” in Iran    -    The Burmese Nobel Prize Suu Kyi: an embrace of freedom!    -    To kill or not to kill? This is the absurd question on Sakineh’s destiny.    -    Oleg Kashin: in Moscow, the voice must go on!    -    Liu Xiaobo: China’s double face    -    Child sex tourism: a sub-animal business    -   
     ITEMS >

>>

Assolti Amanda Knox e Raffaele Sollecito

immagini_articoli/1430746244_catturadfgdgd.jpg

Dopo otto anni di battaglie, accuse, ricorsi ed errori il caso del delitto di Perugia può dirsi definitivamente chiuso. Amanda Knox e Raffaele Sollecito, i due giovani imputati per il brutale omicidio di Meredith Kercher, la studentessa inglese uccisa a coltellate la notte tra il 31 ottobre e l'1 novembre 2007, sono stati assolti dalla Cassazione per "fatto non commesso". Solo la Knox è stata condannata a 3 anni per il reato di calunnia nei confronti di Patrick Lumumba, pena già scontata. I due ex fidanzati sono stati condannati in primo grado a 26 e 25 anni. Nel 2011, in appello, sono stati assolti e il 25 marzo 2013 la Cassazione ha annullato le assoluzioni rinviando il processo al tribunale di Firenze. La condanna dell'appello bis,  28 anni e 6 mesi per Amanda Knox e 25 anni per Raffaele Sollecito, è scattata il 30 gennaio 2014. Ma è questo l'epilogo di un terrificante assassinio: si annulla così la condanna della Corte d'Assise d'appello e cadono tutte le accuse. L'unica persona che sta scontando in via definitiva una pena di 16 anni di reclusione per concorso in omicidio è Rudy Guede. Ma allora concorso con chi? Questa è la domanda a cui la giustizia italiana non ha trovato, ancora, nessuna risposta. «È un giorno importantissimo per la giustizia», dichiara dopo la sentenza l'avvocato del giovane pugliese Giulia Bongiorno. La Knox fa sapere di essere felice e tramite il suo legale, Carlo Della Vedova, annuncia la richiesta di risarcimento per ingiusta detenzione. Crolla il mondo invece per i parenti di Meredith Kercher. «È una verità difficile da digerire per la famiglia, per noi che l’abbiamo difesa e per i giudici che hanno emesso i verdetti di condanna», dice il difensore della famiglia Kercher Francesco Maresca.




News letta: 1110 volte.
    Tania Astorino - newcitizenpress.com - 27/04/2015


Sullo stesso argomento:

-