Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Privacy   -   Chiudi
Ottobre 2019 - Anno XI - numero 9 - Venerdì 18 Ottobre 2019
La riforma del condominio    -    Nuove regole condominiali    -    Il calendario scolastico    -    Il Dottorato di Ricerca, ambizione dei giovani    -    Confederations Cup, calcio mercato e azzurrini vice-campioni d’Europa    -    Barça - Madrid una sfida che vale molto piĂą di tre punti    -    Il Giro ha il suo Re, Vincenzo Nibali    -    Restaurata la vera da pozzo in campo San Giovanni e Paolo    -    La torre di Pierre Cardin    -    Terremoto scuote la serenissima    -    MISTERO A JESOLO    -    SANT ELENA . AVVOCATO TROVATO CADAVERE IN ACQUA    -    PENSIONE IN CONTANTI STOP DAL 1 LUGLIO    -    SESSO ESTREMO.. LA FUGA DOPO LE SEVIZIE    -    Caldo: arriva Caronte    -    Terremoto a Venezia nella notte: torna la paura nel Nordest.    -    Venezia, tromba d'aria in laguna Devastato il parco della Certosa    -    World Series dell’America’s Cup    -    INCENDIO SANTA MARTA, UCRAINO MORTO PER CAUSE NATURALI    -    NOTTE VERDE A VENEZIA    -   
     Altri articoli >>
Training autogeno e Rilassamento guidato. Salute e benessere e consapevolezza    -    L’ipnosi clinica: un approccio nuovo per gestire ansia, stress e depressioni    -    Lanusei: il terrorismo al centro di un corso di aggiornamento per gli Avvocati del foro ogliastrino    -    Luglio 2018 - Ricerca clinica sull'Ipnosi regressiva..svelato l'arcano. Le persone raccontano le storie da svegli    -    UNE MALADIE POLITIQUE RETOURNANTE EN EUROPE: LE POPULISME    -    LA CRISE ET LA DEGRADATION DES ZONES URBAINES    -    Ibuprofen VS Parkinson’s disease: a new medical discovery.    -    World's First Eye-Controlled Laptop Arrives    -    JOHN LENNON: THIRTY YEARS AFTER HIS DEATH    -    Wikileaks: finally, Here we go!    -    Soccer Women’s World Cup: The United States fighting for a position!    -    Europe : Irish rescue approved!    -    Iran: a bomb attack kills a nuclear scientist.    -    Zahra Kazemi: the “red fee” to be “free” in Iran    -    The Burmese Nobel Prize Suu Kyi: an embrace of freedom!    -    To kill or not to kill? This is the absurd question on Sakineh’s destiny.    -    Oleg Kashin: in Moscow, the voice must go on!    -    Liu Xiaobo: China’s double face    -    Child sex tourism: a sub-animal business    -   
     OTHER ITEMS >

>>

Moto GP, Valentino Rossi perde il mondiale

Quando sei ad un passo dalla vittoria non puoi neppure lontanamente immaginare che tutti gli sforzi fatti e i traguardi raggiunti non servono più a niente. Pensi solo a fare bene, ti concentri per raggiungere l'obiettivo e assapori già il piacere e la gioia dell'aspirato titolo mondiale, che sta lì, alla fine di un percorso sudato. Poteva andare in questo modo ma purtroppo a Valentino Rossi è andata male. Tutto è successo alla penultima gara della moto GP, in Malesia a Sepang, quando al settimo giro Valentino Rossi, innervosito per i continui ostacoli provocati da Marc Marquez, tocca con un piede la Honda e lo fa cadere. Veleni e polemiche non mancano. Le accuse sono reciproche: Marquez dichiara di aver ricevuto un calcio, Rossi sostiene di essere stato toccato con la mano destra e si difende dicendo che la sua intenzione era solo quella di rallentare il pilota Honda, che lo stava frenando continuamente. La Direzione gara esamina l'episodio e decide di punire il Dottore con una pesante sanzione: Rossi parte ultimo all'ultima gara a Valencia. Inutile il ricorso presentato al Tas, Tribunale Arbitrale dello Sport. E così tutte le speranze dell'italiano crollano. Il numero 46 dichiara di non voler gareggiare. Ma l'affetto e la vicinanza della famiglia e dei numerosi tifosi gialli si fanno sentire, sono tutti con Valentino che riceve solidarietà e incitamento da tutto il mondo sportivo italiano. In Spagna, ovviamente, difendono Marquez. A Valencia, durante l'ultimo appuntamento del mondiale che decreta il vincitore, si spera nell'impresa per tenere alto il morale ma si dà per scontato cosa potrà accadere. Valentino con 21 sorpassi in 13 giri riesce a rimontare ma conclude la gara in quarta posizione dietro a Lorenzo, Marquez e Pedrosa. Jorge Lorenzo vince ed è campione, Valentino Rossi perde quello che avrebbe dovuto essere il suo decimo titolo. Il pesarese non ha peli sulla lingua e parla di "biscottone" tra i due piloti spagnoli. Non partecipa nemmeno alla serata di premiazione tenutasi a Valencia. L'unica cosa che può strappare un sorriso in questa triste vicenda sportiva è l'ironia che si è scatenata sul web.



News letta: 794 volte.
    Tania Astorino - newcitizenpress.com - 26/11/2015


Sullo stesso argomento:

-