Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Privacy   -   Chiudi
Ottobre 2019 - Anno XI - numero 9 - Venerdì 18 Ottobre 2019
La riforma del condominio    -    Nuove regole condominiali    -    Il calendario scolastico    -    Il Dottorato di Ricerca, ambizione dei giovani    -    Confederations Cup, calcio mercato e azzurrini vice-campioni d’Europa    -    Barça - Madrid una sfida che vale molto piĂą di tre punti    -    Il Giro ha il suo Re, Vincenzo Nibali    -    Restaurata la vera da pozzo in campo San Giovanni e Paolo    -    La torre di Pierre Cardin    -    Terremoto scuote la serenissima    -    MISTERO A JESOLO    -    SANT ELENA . AVVOCATO TROVATO CADAVERE IN ACQUA    -    PENSIONE IN CONTANTI STOP DAL 1 LUGLIO    -    SESSO ESTREMO.. LA FUGA DOPO LE SEVIZIE    -    Caldo: arriva Caronte    -    Terremoto a Venezia nella notte: torna la paura nel Nordest.    -    Venezia, tromba d'aria in laguna Devastato il parco della Certosa    -    World Series dell’America’s Cup    -    INCENDIO SANTA MARTA, UCRAINO MORTO PER CAUSE NATURALI    -    NOTTE VERDE A VENEZIA    -   
     Altri articoli >>
Training autogeno e Rilassamento guidato. Salute e benessere e consapevolezza    -    L’ipnosi clinica: un approccio nuovo per gestire ansia, stress e depressioni    -    Lanusei: il terrorismo al centro di un corso di aggiornamento per gli Avvocati del foro ogliastrino    -    Luglio 2018 - Ricerca clinica sull'Ipnosi regressiva..svelato l'arcano. Le persone raccontano le storie da svegli    -    UNE MALADIE POLITIQUE RETOURNANTE EN EUROPE: LE POPULISME    -    LA CRISE ET LA DEGRADATION DES ZONES URBAINES    -    Ibuprofen VS Parkinson’s disease: a new medical discovery.    -    World's First Eye-Controlled Laptop Arrives    -    JOHN LENNON: THIRTY YEARS AFTER HIS DEATH    -    Wikileaks: finally, Here we go!    -    Soccer Women’s World Cup: The United States fighting for a position!    -    Europe : Irish rescue approved!    -    Iran: a bomb attack kills a nuclear scientist.    -    Zahra Kazemi: the “red fee” to be “free” in Iran    -    The Burmese Nobel Prize Suu Kyi: an embrace of freedom!    -    To kill or not to kill? This is the absurd question on Sakineh’s destiny.    -    Oleg Kashin: in Moscow, the voice must go on!    -    Liu Xiaobo: China’s double face    -    Child sex tourism: a sub-animal business    -   
     OTHER ITEMS >

>>

GLI ITALIANI E LE PARTENZE INTELLIGENTI

22 agosto 2016 - Il traffico intenso sulle autostrade italiane ha segnato il primo weekend di rientro dei villeggianti che dalle località marittime e turistiche si sono messi in auto per rientrare in città. Vi sono state numerose situazioni critiche, soprattutto nei valichi di frontiera verso l’estero e sulla “solita” A1. Il divieto imposto agli automezzi più pesanti non è bastato ad alleggerire le code formatesi sulle autostrade anche a causa degli incidenti che si sono verificati sull’Autostrada del Sole. Ma perché, nonostante gli appelli ad effettuare le “partenze intelligenti” i villeggianti continuano a cadere nel reiterato errore di partire “alla fine della vacanza” che di solito coincide con il fine settimana? Il motivo se vogliamo è banale. Da un lato l’abitudine ancora a prendere le ferie ad agosto, retaggio di un passato di matrice operaia quando le fabbriche chiudevano ad agosto ed era obbligatorio fare le vacanza in quel periodo; la ragione sta anche negli albergatori che effettuano le prenotazioni di settimana in settimana; per gli italiani, poi, vi è una imposizione di tipo normativo che prevede la concentrazione delle vacanze “scolastiche” nel lungo periodo estivo, soprattutto luglio-agosto, non considerando le politiche applicate negli altri paesi europei che permettono lunghi periodi di vacanza intermedi incrementando un turismo di media stagione. Infine, la congiuntura positiva che sta vivendo la nostra penisola:quest’anno le località turistiche italiane hanno beneficiato delle situazione internazionale che ha portato molti amanti del mare, sia italiani che stranieri, a preferire alle coste africane le più sicure località italiane. Sardegna, Sicilia, Puglia e Calabria sono state preferite ad Egitto, Tunisia. Vi è un ultimo motivo, quello più sentimentale, per cui i turisti faticano a lasciare le località di vacanza e quindi Vogliono, Pretendono di godersi fino all’ultimo raggio di sole prima di tornare in città e al lavoro, anche a costo di dover passare molte ore in auto col rischio di fare le code in autostrada. Che poi, se vogliamo dirla tutta, la possibilità di raccontare agli amici le scene quasi apocalittiche del viaggio di rientro non ha eguali e con quale furbizia si sia riusciti a superare i chilometri di code sulle autostrade è uno dei sport più amati dagli italiani. Ultima nota. La Salerno-Reggio Calabria terminata è bellissima e scorrevole al contrario di quello che abbiamo notato nella A1 da Roma in su. La prima autostrada italiana ancora su due corsie come quando era stata inaugurata il 4 ottobre 1964 quando il parco delle autovetture in Italia non era neanche paragonabile a quello odierno. Oggi circolano in Italia più di 36 milioni di auto, contro i 30 milioni di 10 anni fa i 24 milioni nel 1986. Negli anni Sessanta ce n'erano solo 1,9 milioni.



News letta: 621 volte.
    LOREDANA MASSERIA - newcitizenpress.com - 25/08/2016


Sullo stesso argomento:

-