Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Privacy   -   Chiudi
Ottobre 2019 - Anno XI - numero 9 - Venerdì 18 Ottobre 2019
La riforma del condominio    -    Nuove regole condominiali    -    Il calendario scolastico    -    Il Dottorato di Ricerca, ambizione dei giovani    -    Confederations Cup, calcio mercato e azzurrini vice-campioni d’Europa    -    Barça - Madrid una sfida che vale molto piĂą di tre punti    -    Il Giro ha il suo Re, Vincenzo Nibali    -    Restaurata la vera da pozzo in campo San Giovanni e Paolo    -    La torre di Pierre Cardin    -    Terremoto scuote la serenissima    -    MISTERO A JESOLO    -    SANT ELENA . AVVOCATO TROVATO CADAVERE IN ACQUA    -    PENSIONE IN CONTANTI STOP DAL 1 LUGLIO    -    SESSO ESTREMO.. LA FUGA DOPO LE SEVIZIE    -    Caldo: arriva Caronte    -    Terremoto a Venezia nella notte: torna la paura nel Nordest.    -    Venezia, tromba d'aria in laguna Devastato il parco della Certosa    -    World Series dell’America’s Cup    -    INCENDIO SANTA MARTA, UCRAINO MORTO PER CAUSE NATURALI    -    NOTTE VERDE A VENEZIA    -   
     Altri articoli >>
Training autogeno e Rilassamento guidato. Salute e benessere e consapevolezza    -    L’ipnosi clinica: un approccio nuovo per gestire ansia, stress e depressioni    -    Lanusei: il terrorismo al centro di un corso di aggiornamento per gli Avvocati del foro ogliastrino    -    Luglio 2018 - Ricerca clinica sull'Ipnosi regressiva..svelato l'arcano. Le persone raccontano le storie da svegli    -    UNE MALADIE POLITIQUE RETOURNANTE EN EUROPE: LE POPULISME    -    LA CRISE ET LA DEGRADATION DES ZONES URBAINES    -    Ibuprofen VS Parkinson’s disease: a new medical discovery.    -    World's First Eye-Controlled Laptop Arrives    -    JOHN LENNON: THIRTY YEARS AFTER HIS DEATH    -    Wikileaks: finally, Here we go!    -    Soccer Women’s World Cup: The United States fighting for a position!    -    Europe : Irish rescue approved!    -    Iran: a bomb attack kills a nuclear scientist.    -    Zahra Kazemi: the “red fee” to be “free” in Iran    -    The Burmese Nobel Prize Suu Kyi: an embrace of freedom!    -    To kill or not to kill? This is the absurd question on Sakineh’s destiny.    -    Oleg Kashin: in Moscow, the voice must go on!    -    Liu Xiaobo: China’s double face    -    Child sex tourism: a sub-animal business    -   
     OTHER ITEMS >

>>

UN RAGAZZO SPARA ALLA SORELLA E LA FERISCE ALLA GAMBA

21 AGOSTO 2016 NICOTERA – Marisa Putorti, una ragazza di 21anni, è stata gambizzata dal fratello che le ha sparato con un fucile. Il fratello, Demetrio, di quattro anni più grande, le ha sparato per “gelosia” o meglio per possesso o punizione. Una storia come tante non solo da circoscrivere nelle zone del sud, che storicamente vedevano una società più arretrata in cui in fatti come questi non emergeva un accenno di solidarietà e protesta. Dopo una vicenda del genere le donne dovrebbero reagire e far sentire che non si può essere gambizzate perché si sceglie una vita non conforme ai canoni imposti da una mentalità maschilista. Occorrerà far sentire una voce contrastante con quelle femminili del paese che sottovoce, bisbigliando, diranno “si però lei…”. Il nostro Paese è ancora questo. Modernità e arretratezza si confondono, vecchi schemi patriarcali di tanto in tanto riemergono tanto da giustificare un ragazzo che alla morte del padre, - è l’analisi che ne fa la sorella - pensa di avere un dovere quasi morale di sostituirsi alla figura del padre in famiglia e, per questo, diventare protettivo all’inverosimile nei confronti della sorella, tanto da proibirle frequentazioni a lui non gradite e rimproverarla per il suo modo di vestire. Marisa è una donna cresciuta troppo in fretta, a sedici anni è diventata mamma, una donna moderna o normale, se vogliamo, che indossa le minigonne, parla, fuma…ma come si può immaginare il paese è piccolo… Anche Marisa però non denuncia immediatamente il fratello. Perché? Aspetta che siano le indagini e il fratello a costituirsi spontaneamente ai carabinieri. Colpisce l’atteggiamento della madre di Demetrio, infine, che ha incontrato il figlio nella caserma di Tropea. L’ha baciato e abbracciato senza dire alcuna parola. E’ sufficiente spiegare il silenzio della madre con il dolore di avere in casa la vittima e l’oppressore della tragedia, oppure, un figlio che colpisce ingiustificatamente la sorella dovrebbe essere quantomeno ammonito e non baciato e abbracciato? Significa che la madre comprendeva il dolore e la frustrazione del figlio che non riusciva a riportare la sorella nei canoni di “donna di casa”? Invece il Silenzio. Il protagonista di molte tragedie. La mamma ha dichiarato che tra madre e figlio non ce n’è bisogno di parlare ma a volte sono proprio i silenzi i primi segnali di discolpa verso chi minaccia, offende e denigra le donne della propria famiglia e sono i silenzi di chi dovrebbe difendere che alle donne fanno più male.



News letta: 706 volte.
    LOREDANA MASSERIA - newcitizenpress.com - 25/08/2016


Sullo stesso argomento:

-