Marzo 2019 - Anno XI - numero 2 - Venerdì 22 Marzo 2019
La riforma del condominio    -    Nuove regole condominiali    -    Il calendario scolastico    -    Il Dottorato di Ricerca, ambizione dei giovani    -    Confederations Cup, calcio mercato e azzurrini vice-campioni d’Europa    -    Barça - Madrid una sfida che vale molto più di tre punti    -    Il Giro ha il suo Re, Vincenzo Nibali    -    Restaurata la vera da pozzo in campo San Giovanni e Paolo    -    La torre di Pierre Cardin    -    Terremoto scuote la serenissima    -    MISTERO A JESOLO    -    SANT ELENA . AVVOCATO TROVATO CADAVERE IN ACQUA    -    PENSIONE IN CONTANTI STOP DAL 1 LUGLIO    -    SESSO ESTREMO.. LA FUGA DOPO LE SEVIZIE    -    Caldo: arriva Caronte    -    Terremoto a Venezia nella notte: torna la paura nel Nordest.    -    Venezia, tromba d'aria in laguna Devastato il parco della Certosa    -    World Series dell’America’s Cup    -    INCENDIO SANTA MARTA, UCRAINO MORTO PER CAUSE NATURALI    -    NOTTE VERDE A VENEZIA    -   
     Altri articoli >>
Training autogeno e Rilassamento guidato. Salute e benessere per una consapevolezza della mente e del corpo    -    L’ipnosi clinica: un approccio nuovo per gestire ansia, stress e depressioni    -    Lanusei: il terrorismo al centro di un corso di aggiornamento per gli Avvocati del foro ogliastrino    -    Luglio 2018 - Ricerca clinica sull'Ipnosi regressiva..svelato l'arcano. Le persone raccontano le storie da svegli    -    UNE MALADIE POLITIQUE RETOURNANTE EN EUROPE: LE POPULISME    -    LA CRISE ET LA DEGRADATION DES ZONES URBAINES    -    Ibuprofen VS Parkinson’s disease: a new medical discovery.    -    World's First Eye-Controlled Laptop Arrives    -    JOHN LENNON: THIRTY YEARS AFTER HIS DEATH    -    Wikileaks: finally, Here we go!    -    Soccer Women’s World Cup: The United States fighting for a position!    -    Europe : Irish rescue approved!    -    Iran: a bomb attack kills a nuclear scientist.    -    Zahra Kazemi: the “red fee” to be “free” in Iran    -    The Burmese Nobel Prize Suu Kyi: an embrace of freedom!    -    To kill or not to kill? This is the absurd question on Sakineh’s destiny.    -    Oleg Kashin: in Moscow, the voice must go on!    -    Liu Xiaobo: China’s double face    -    Child sex tourism: a sub-animal business    -   
     OTHER ITEMS >

>>

Torniamo a Peppone e don Camillo! questa è la richiesta degli elettori

immagini_articoli/1545597000_catturaas.jpg

Una mattinata tra le piazze di Cagliari, tra la gente, per conoscere il loro pensiero sulla campagna elettorale appena iniziata. Gli elettori, quelli semplici, la gente che poco sa degli accordi di palazzo, dei sondaggi preconfezionati dai vari schieramenti politici, concorda per l'ottanta per cento su una cosa: Questa, come le ultime campagne elettorali è la più brutta di sempre. Nell'era dei social network i candidati sono sempre più distaccati dalla gente. Arrivano messaggi freddi e senza alcuna empatia dove si richiede il voto. Erano così belli i tempi di Peppone e Don Camillo, dove i vari schieramenti politici stavano in mezzo alla gente. Periodi nei quali potevi vedere il politico impegnato a cercare il sostegno del popolo. Oggi si vedono anche gli ultimi arrivati nella politica comportarsi come veterani, guardare la gente con quell'aria di presunzione che infastidisce. Non si assiste più ad un sano confronto politico sulle idee, sui programmi, sul futuro. Si vive ancorati al passato con frasi del tipo: quello ha fatto, quello ha detto e quello e stato, raramente senti dire noi per il futuro vorremmo fare questo e vorremmo farlo in questa maniera. Molto tempo, i neo candidati, lo passano a denigrare l'avversario con argomenti che non hanno nulla a che fare con la politica e più che altro si comportano e parlano da "gossipari". Si preferisce il salotto televisivo alla piazza vera, come erano belli i tempi nei quali bastava un cassone di un camion, un megafono e una lampadina ad incandescenza per trasformarlo in un palco tra la gente. Oggi se non usi i social, come elettore, sei fuori e non sai chi sia l'uomo nella lista che trovi dentro le urne. Infastidisce la presunzione di alcuni candidati che ti danno dell'idiota se non la pensi come loro, ti danno dell'ignorante se i tuoi dati sono diversi dai suoi, non sono in grado di prendere spunto e consiglio da chi ti dovrebbe far eleggere. Ecco perché dalle urne, spesso i risultati sono diversi dai sondaggi. Un invito che tutti rivolgono ai neo candidati è quello di passare più tempo nei mercati, nei bar e nelle piazze. Tornare umani proprio come lo erano, nella fiction, Peppone e Don Camillo. Due pensieri diametralmente opposti in grado di parlare con la gente e di unirsi per il bene della comunità pur mantenendo le proprie posizioni, la gente vuole umani e non messaggini. Vuole sentirsi coccolata, ascoltata e vuol sentire che è una persona e non un numero in più nella lista dei sondaggi. Come giornalisti, non possiamo che riproporvi questi pensieri con la certezza che esistano ancora uomini e donne di buona volontà e che verranno premiati, dagli elettori, coloro che sapranno tornare tra la gente nella realtà e non nel virtuale, lasciando perdere le bassezze della denigrazione personale e puntando sui programmi, coloro che sapranno interpretare i sentimenti del popolo e non i sondaggi.

Articolo da JP NEWS (Web Magazine periodico non sottoposto a registrazione in conformità all’art. 3-bis della legge 16 luglio 2012, 103 (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni).



News letta: 65 volte.
    GIANGIACOMO PISU - newcitizenpress.com - 20/12/2018


Sullo stesso argomento:

-