Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Privacy   -   Chiudi
Settembre 2020 - Anno XIII - Numero 8 - Sabato 31 Ottobre 2020
La riforma del condominio    -    Nuove regole condominiali    -    Il calendario scolastico    -    Il Dottorato di Ricerca, ambizione dei giovani    -    Confederations Cup, calcio mercato e azzurrini vice-campioni d’Europa    -    Barça - Madrid una sfida che vale molto piĂą di tre punti    -    Il Giro ha il suo Re, Vincenzo Nibali    -    Restaurata la vera da pozzo in campo San Giovanni e Paolo    -    La torre di Pierre Cardin    -    Terremoto scuote la serenissima    -    MISTERO A JESOLO    -    SANT ELENA . AVVOCATO TROVATO CADAVERE IN ACQUA    -    PENSIONE IN CONTANTI STOP DAL 1 LUGLIO    -    SESSO ESTREMO.. LA FUGA DOPO LE SEVIZIE    -    Caldo: arriva Caronte    -    Terremoto a Venezia nella notte: torna la paura nel Nordest.    -    Venezia, tromba d'aria in laguna Devastato il parco della Certosa    -    World Series dell’America’s Cup    -    INCENDIO SANTA MARTA, UCRAINO MORTO PER CAUSE NATURALI    -    NOTTE VERDE A VENEZIA    -   
     Altri articoli >>
Training autogeno e Rilassamento guidato. Salute e benessere e consapevolezza    -    L’ipnosi clinica: un approccio nuovo per gestire ansia, stress e depressioni    -    Lanusei: il terrorismo al centro di un corso di aggiornamento per gli Avvocati del foro ogliastrino    -    Luglio 2018 - Ricerca clinica sull'Ipnosi regressiva..svelato l'arcano. Le persone raccontano le storie da svegli    -    UNE MALADIE POLITIQUE RETOURNANTE EN EUROPE: LE POPULISME    -    LA CRISE ET LA DEGRADATION DES ZONES URBAINES    -    Ibuprofen VS Parkinson’s disease: a new medical discovery.    -    World's First Eye-Controlled Laptop Arrives    -    JOHN LENNON: THIRTY YEARS AFTER HIS DEATH    -    Wikileaks: finally, Here we go!    -    Soccer Women’s World Cup: The United States fighting for a position!    -    Europe : Irish rescue approved!    -    Iran: a bomb attack kills a nuclear scientist.    -    Zahra Kazemi: the “red fee” to be “free” in Iran    -    The Burmese Nobel Prize Suu Kyi: an embrace of freedom!    -    To kill or not to kill? This is the absurd question on Sakineh’s destiny.    -    Oleg Kashin: in Moscow, the voice must go on!    -    Liu Xiaobo: China’s double face    -    Child sex tourism: a sub-animal business    -   
     ITEMS >
Claudia Lucchini
Redazione telematica di Angera - Collaboratrice

>>

Provare emozioni prima di nascere?

immagini_articoli/1595167385_area_schermo_reahcom_2.jpg

Si sa, la gravidanza è un periodo magico e di profondo legame psichico e fisico tra mamma e bambino.

Da tempo psicologi e fisiologi si sono interrogati su un quesito: possono, in qualche modo, le sensazioni sperimentate dalla madre influenzare il feto fin dai primi istanti dopo il concepimento? Tutte queste domande sono oggetto di studio di una disciplina ancor poco conosciuta qui in Italia, ovvero la psicologia perinatale. Per molto tempo la gravidanza è stata oggetto di convinzioni e superstizioni, o addirittura, considerata una sorta di malattia, un periodo nel quale la donna era molto limitata nelle sue azioni quotidiane.

I primi studi embrionali sono stati condotti da importanti filosofi e medici come Empedocle, Platone, Aristotele e addirittura Leonardo da Vinci. Quest’ultimo ha affermato che “la stessa anima governa i due corpi”, evidenziando quindi come l’anima della madre potesse influenzare quella del figlio che porta in grembo. E’ difficile stabilire con precisione il momento esatto dell’inizio della vita psichica del feto. Secondo i ricercatori avviene attorno alla 15° /20° settimana di gestazione, ovvero quando è possibile registrare nell’attività neurofisiologica delle risposte psicologiche degne di nota.

Fin dalle primissime settimane post concepimento, per la futura mamma iniziano a svolgersi dei cambiamenti radicali non solo a livello fisico, poiché il suo corpo deve prepararsi ad accogliere una nuova vita, ma anche a livello psicologico. Nascono quelle che in letteratura vengono definite “rappresentazioni mentali sul bambino”. Da uno studio effettuato da Ianniruberto, Iaccarino, Tajani, Milani Comparetti, Rossi, Avveduti, Rizzo e Lorusso tra gli anni ’70 e ’80 è emerso che qualsiasi forma di esperienza materna viene direttamente trasferita al nascituro. Se l’esperienza è positiva, rafforzerà positivamente il feto, traendone diversi benefici. Se, invece, è negativa, esso non ne riceverà alcun vantaggio anzi, sperimenterà una scarica di stress materno molto forte che potrebbe portare a complicazioni o alterazioni osteriche.

Secondo la Psicoterapia della Gestalt, i nove mesi di permanenza nell’utero materno, rappresentano un momento di acquisizione e apprendimento poiché il feto è in grado di comunicare anche con l’ambiente extrauterino attraverso il movimento. E’ stato scientificamente dimostrato come il battito cardiaco, il suono e la voce della madre siano “registrati” dal feto e ricordati anche dopo la nascita. Murooka ha condotto una ricerca molto interessante a riguardo.

Ha registrato, con un particolare microfono posizionato nel collo dell’utero, i rumori prodotti, gli stessi che avrebbe sentito il feto. Si trattava principalmente del battito cardiaco materno. Dopo la nascita, ha fatto riascoltare al neonato questi suoni. Risultato? Il bambini si sono calmati e addormentati subito dopo l’ascolto. Questa è stata la prima dimostrazione ufficiale su come il processo di memorizzazione abbia inizio in grembo.




News letta: 937 volte.
    Claudia Lucchini - newcitizenpress.com - 19/07/2020


Sullo stesso argomento:

-