Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Privacy   -   Chiudi
Settembre 2021 - Anno XIV - Numero 8 - Sabato 18 Settembre 2021
La riforma del condominio    -    Nuove regole condominiali    -    Il calendario scolastico    -    Il Dottorato di Ricerca, ambizione dei giovani    -    Confederations Cup, calcio mercato e azzurrini vice-campioni d’Europa    -    Barça - Madrid una sfida che vale molto più di tre punti    -    Il Giro ha il suo Re, Vincenzo Nibali    -    Restaurata la vera da pozzo in campo San Giovanni e Paolo    -    La torre di Pierre Cardin    -    Terremoto scuote la serenissima    -    MISTERO A JESOLO    -    SANT ELENA . AVVOCATO TROVATO CADAVERE IN ACQUA    -    PENSIONE IN CONTANTI STOP DAL 1 LUGLIO    -    SESSO ESTREMO.. LA FUGA DOPO LE SEVIZIE    -    Caldo: arriva Caronte    -    Terremoto a Venezia nella notte: torna la paura nel Nordest.    -    Venezia, tromba d'aria in laguna Devastato il parco della Certosa    -    World Series dell’America’s Cup    -    INCENDIO SANTA MARTA, UCRAINO MORTO PER CAUSE NATURALI    -    NOTTE VERDE A VENEZIA    -   
     Altri articoli >>
Training autogeno e Rilassamento guidato. Salute e benessere e consapevolezza    -    L’ipnosi clinica: un approccio nuovo per gestire ansia, stress e depressioni    -    Lanusei: il terrorismo al centro di un corso di aggiornamento per gli Avvocati del foro ogliastrino    -    Luglio 2018 - Ricerca clinica sull'Ipnosi regressiva..svelato l'arcano. Le persone raccontano le storie da svegli    -    UNE MALADIE POLITIQUE RETOURNANTE EN EUROPE: LE POPULISME    -    LA CRISE ET LA DEGRADATION DES ZONES URBAINES    -    Ibuprofen VS Parkinson’s disease: a new medical discovery.    -    World's First Eye-Controlled Laptop Arrives    -    JOHN LENNON: THIRTY YEARS AFTER HIS DEATH    -    Wikileaks: finally, Here we go!    -    Soccer Women’s World Cup: The United States fighting for a position!    -    Europe : Irish rescue approved!    -    Iran: a bomb attack kills a nuclear scientist.    -    Zahra Kazemi: the “red fee” to be “free” in Iran    -    The Burmese Nobel Prize Suu Kyi: an embrace of freedom!    -    To kill or not to kill? This is the absurd question on Sakineh’s destiny.    -    Oleg Kashin: in Moscow, the voice must go on!    -    Liu Xiaobo: China’s double face    -    Child sex tourism: a sub-animal business    -   
     ITEMS >

>>

MATTEO BERRETTINI: IL PRIMO FINALISTA ITALIANO A WIMBLEDON

immagini_articoli/1627408767_download_(1)nn.jpg

Lunedì 28 giugno 2021 ha avuto inizio la 134° edizione del Torneo di Wimbledon, che si è disputato sui 19 campi dell’All England Lawn Tennis and Croquet Club e si è conclusa l’11 luglio. Il campionato di fama mondiale si è svolto in tredici giornate, divise in due settimane, e ha compreso il singolare maschile e femminile, il doppio maschile, femminile e misto, il singolare maschile e femminile per i giocatori under18, ed infine, singolare e doppio in carrozzina. Se nel 2020 a causa del Coronavirus lo Slam più antico è stato cancellato per la prima volta dal 1945, quest’anno il torneo ha visto il ritorno di appassionati e giocatori più agguerriti che mai. Nonostante a trionfare siano stati il serbo Novak Djokovic e l’australiana Ashleigh Barty, rispettivamente nel singolare maschile e femminile, a far sognare la patria tricolore è stato Matteo Berrettini, che ancor prima di disputare il match finale, ha scritto una nuova pagina della storia del tennis italiano, contro il polacco Hubert Hurkacz. Infatti, in semifinale, Matteo batte Hubert per 6-3 6-0 6-7 6-4, diventando il primo azzurro a guadagnarsi una finale a Wimbledon, scavalcando il record che, fino ad allora, era appartenuto a Nicola Pietrangeli, il quale nel 1960 era riuscito ad arrivare alla semifinale. Per quanto riguarda Djokovic, invece, con questa vittoria storica, riesce a vincere il 6° titolo a Wimbledon e a raggiungere Federer e Nadal in cima alla classifica dei trionfi nei tornei dello Slam a quota 20. Berrettini, quindi, dopo le 11 vittorie di fila ottenute tra il Queen’s e Wimbledon, e visto il grande controllo delle proprie emozioni durante la sua primissima finale Slam, oltre ai numerosi record infranti, torna a casa a testa altissima: del resto, è consapevole di aver giocato contro il numero 1 del mondo e di essere, ormai, fra i grandi del tennis mondiale.




News letta: 1022 volte.
    Giulia Paolicelli - newcitizenpress.com - 22/07/2021


Sullo stesso argomento:

-