Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Privacy   -   Chiudi
Novembre 2021 - Anno XIV - Numero 10 - Domenica 05 Dicembre 2021
La riforma del condominio    -    Nuove regole condominiali    -    Il calendario scolastico    -    Il Dottorato di Ricerca, ambizione dei giovani    -    Confederations Cup, calcio mercato e azzurrini vice-campioni d’Europa    -    Barça - Madrid una sfida che vale molto più di tre punti    -    Il Giro ha il suo Re, Vincenzo Nibali    -    Restaurata la vera da pozzo in campo San Giovanni e Paolo    -    La torre di Pierre Cardin    -    Terremoto scuote la serenissima    -    MISTERO A JESOLO    -    SANT ELENA . AVVOCATO TROVATO CADAVERE IN ACQUA    -    PENSIONE IN CONTANTI STOP DAL 1 LUGLIO    -    SESSO ESTREMO.. LA FUGA DOPO LE SEVIZIE    -    Caldo: arriva Caronte    -    Terremoto a Venezia nella notte: torna la paura nel Nordest.    -    Venezia, tromba d'aria in laguna Devastato il parco della Certosa    -    World Series dell’America’s Cup    -    INCENDIO SANTA MARTA, UCRAINO MORTO PER CAUSE NATURALI    -    NOTTE VERDE A VENEZIA    -   
     Altri articoli >>
Training autogeno e Rilassamento guidato. Salute e benessere e consapevolezza    -    L’ipnosi clinica: un approccio nuovo per gestire ansia, stress e depressioni    -    Lanusei: il terrorismo al centro di un corso di aggiornamento per gli Avvocati del foro ogliastrino    -    Luglio 2018 - Ricerca clinica sull'Ipnosi regressiva..svelato l'arcano. Le persone raccontano le storie da svegli    -    UNE MALADIE POLITIQUE RETOURNANTE EN EUROPE: LE POPULISME    -    LA CRISE ET LA DEGRADATION DES ZONES URBAINES    -    Ibuprofen VS Parkinson’s disease: a new medical discovery.    -    World's First Eye-Controlled Laptop Arrives    -    JOHN LENNON: THIRTY YEARS AFTER HIS DEATH    -    Wikileaks: finally, Here we go!    -    Soccer Women’s World Cup: The United States fighting for a position!    -    Europe : Irish rescue approved!    -    Iran: a bomb attack kills a nuclear scientist.    -    Zahra Kazemi: the “red fee” to be “free” in Iran    -    The Burmese Nobel Prize Suu Kyi: an embrace of freedom!    -    To kill or not to kill? This is the absurd question on Sakineh’s destiny.    -    Oleg Kashin: in Moscow, the voice must go on!    -    Liu Xiaobo: China’s double face    -    Child sex tourism: a sub-animal business    -   
     ITEMS >

>>

Il disturbo depressivo nei bambini e l’importanza della famiglia

Nonostante possa sembrare strano, la depressione rappresenta il disturbo dell’umore più frequente in età evolutiva. Come riconoscerla? Generalmente si presentano tutti o alcuni di questi sintomi: mancanza di interesse, sonnolenza, mancanza di appetito e di energie, bassa autostima, rallentamento motorio e fantasie suicidarie. I bambini depressi hanno tendenze verso i deficit e le distorsioni nei processi di pensiero così come carenze nel funzionamento sociale (Kaslow, Brown & Mee, 1994). Queste tendenze sono dovute, in parte alla depressione stessa del bambino, e in parte ai comportamenti sbagliati e ai pensieri distruttivi che la famiglia di un bimbo depresso può mettere in atto. Pensieri negativi e comportamenti antisociali tendono ad aumentare, creando un ciclo di negatività spesso difficile da superare. Solitamente questa tipologia di problema viene affrontata con il supporto della terapia sistemico-relazionale che ha il potere di spezzare questo ciclo auto-perpetuante, cambiando le dinamiche complessive all’interno del sistema familiare. Infatti, l’equilibrio omeostatico che serviva a mantenere vivo il ciclo negativo prima menzionato, dopo la terapia, sarà in grado di perpetuare un più sano ciclo di pensiero e di comportamento. Secondo diversi studi, bambini ed adolescenti depressi, subiscono una significativa diminuzione dei sintomi entro un anno dal trattamento psicologico. Nonostante questo, circa il 60% presenta almeno una ricaduta negli anni successivi. Alcuni ricercatori ipotizzano che questo alto tasso di recidiva sia dovuto alla mancanza di un’attenta valutazione delle dinamiche familiari, alla base della depressione. E’ molto importante cogliere i segnali che permettono di identificare subito il disturbo per intervenire immediatamente con un trattamento precoce della depressione. Si raccomanda sempre una valutazione di tutti i membri della famiglia poiché è abbastanza comune, per gli altri membri, mostrare comportamenti depressivi. (Ferro, Verdeli, Pierre & Weissman, 2000). I bambini depressi spesso risiedono in un ambiente familiare dove i livelli di stress sono relativamente elevati, non vi è alcun supporto ma sono presenti diversi conflitti. Secondo una ricerca di Goodman e Gotlib, è comune per uno dei genitori del bambino depresso (generalmente la madre), sperimentare sintomi depressivi o aver sofferto di questo disturbo in passato. La depressione nelle famiglie colpisce tutti i domini del funzionamento familiare. Questo si riflette nello stile genitoriale, nella diminuzione dell’affetto, nel continuo conflitto coniugale, negli alti livelli di stress e nei cattivi modelli di gestione dei figli.




News letta: 1105 volte.
    Claudia Lucchini - newcitizenpress.com - 10/09/2021


Sullo stesso argomento:

-